Trattoria La Brinca

 Via Campo di Ne 58 - 16040 Ne(Genova)

 

La Brinca è una trattoria semplice e curata sulle colline dell’entroterra ligure, condotta dalla famiglia Circella. Sergio Circella (nella foto), sommelier, sua moglie Pierangela Ghidini, il fratello Roberto, la mamma Giovanna Montedonico detta Franca, s’impegnano a preservare la cultura gastronomica e contadina, i cibi di nicchia dei piccoli produttori locali: il pesto al mortaio, l’olio extra vergine di oliva, l’origano e le erbe aromatiche liguri, i sughi, le paste tirate a mano, le carni ripiene, gli ortaggi e la frutta. La Brinca era una casa colonica e prese il nome dalla proprietaria a metà ‘800. Fino agli anni Cinquanta del secolo scorso si assaggiava un bicchiere di vino nostralino e le torte casalinghe. Nel 1987 subentrò Sergio, sommelier, con la famiglia ed è nata la trattoria e caneva con fùndego da vin, cioè osteria con bottega e cantina. L’ambiente è curato, lindo con le finestre che guardano la campagna; il menu propone i piatti di terra della tradizione contadina del Levante, i prodotti locali e stagionali. Prebugiun di Ne, panella, panissa, baciocca, frisciulle, testaieu, picagge, tuccu, tomaxelle, sancrau, panera, solo alcuni piatti che ricordano gusti antichi, rivisitati con gentilezza dal fratello Roberto, cuoco e comproprietario, allievo della mamma Giovanna Montedonico detta Franca. La sua passione è la pasta con farine rustiche e povere, tirata e tagliata a mano; è fedele ai piatti dei contadini, con erbe aromatiche, carni ripiene, ortaggi e frutta. Pierangela Ghidini, moglie di Sergio, prepara i dolci; Matteo e Simone, i loro figli gemelli, sono l’ultima generazione; il primo sommelier e il secondo in cucina. La carta dei vini comprende ben oltre 1000 etichette d'annata, 55 pagine di vini sempre aggiornati, con ampio risalto ai vini di Liguria. Oltre 300 grappe, distillati d'uva e di frutta, Cognac, Armagnac, Brandy, Calvados, Rum, Marc e Whisky. La Brinca è associata alle Premiate Trattorie Italiane, otto imperdibili locali dell’Italia migliore. Per conoscere gli usi alimentari liguri, si leggano le opere di Giovanni Rebora che fu docente all’Università di Genova; l’eccellente Barbera d’Asti denominata II Professore è prodotta in suo onore. Nelle foto, la serata di mercoledì 10 febbraio 2010 dedicata a Le Marche di Moroder e il vino del Professore ovvero Giovanni Rebora.

Vedi Storico.


Galleria fotografica