Radioamatori al Castello di Caccamo

Castle on the air - Castello di Caccamo
11-12 maggio 2019
Attività radioamatoriale con presentazione e utilizzo
del nuovo apparato Kenwood TS -890S a cura del Pile Up Dx Team.
Da Termini Imerese si raggiunge Caccamo; il castello di epoca normanna è magnifico, perfettamente restaurato e visitabile.

PROGRAMMA
Sabato 11 maggio
inizio alle ore 10,30
ore 11,00 sala Prades, incontro con gli studenti
ore 11,30 esposizione degli apparecchi radio e prove di trasmissione
ore 13,00 pausa pranzo
ore 15,00 collegamenti dal castello
ore 16,30 sala Prades incontro con il pubblico
ore 17 prove di trasmissione radio

Domenica 11 maggio
inizio alle ore 10,00
ore 11,30, sala Prades, incontro con il pubblico
ore 12,00 prove di trasmissione radio
ore 13,00, pausa pranzo
ore 15,00 radio collegamenti dal castello

Informazioni: EL Service, via Dante 47 - Palermo
091 322789 - 333 4000 7142 - cb.service@tiscali.it- it9dsz@libero.it
Enzo Vinciguerra, Franco Modica

La trasmissione radio non necessita di fili e si diffonde attraverso lo spazio. Quindi è più sicura, efficiente ed economica della trasmissione via cavo.
La scoperta della radiotelegrafia si deve all’italiano Guglielmo Marconi, autodidatta e considerato il padre della radiofonia. Compì i primi esperimenti in Toscana nel lontano 1895 trasmettendo segnali a 1 km e mezzo di distanza. Applicò alla telegrafia le onde elettromagnetiche scoperte da H. R. Hertz. Depositò il primo brevetto a Londra nel 1896. Quindi stabilì comunicazioni tra Francia e Gran Bretagna, tra Europa e America. Nel 1909 fu insignito con il premio Nobel per la fisica e successivamente realizzò il primo servizio di radiotelegrafia dal panfilo Elettra con le onde corte e le microonde. Nel ’24 Marconi collegò Gran Bretagna e Australia; per la sua notorietà il radiotelegrafista fu chiamato marconista.



Potrebbero interessarti anche questi approfondimenti:


Negozi e Imprese