Sciara


Sciara fu frequentata da numerose popolazioni fin dalla preistoria, per la fertilità, la ricchezza d’acque e l’importanza strategica. L’abitato, dominato dal Castello, risale al XVII secolo e si notano le due chiese di Sant’Anna, l’una dei primi anni ’30 chiusa al pubblico, l’altra più recente, è impreziosita da opere d’arte moderna: le vetrate di Emilio Tadini, lo splendido altare di Arnaldo Pomodoro, i pannelli di Ernesto Treccani, il tabernacolo ligneo di Mario Pecoraino.

Si possono godere le escursioni della Riserva Orientata di Monte San Calogero sul golfo di Termini Imerese.