Palazzina cinese


La palazzina cinese con ingresso da piazza Niscemi. Progettata nel 1790 nella tenuta reale di caccia della Favorita dall’architetto Giuseppe Venanzio Marvuglia, oltre agli splendidi giardini è ammirevole per i saloni e le camere da letto. Adorni di sete, oro zecchino, stucchi, volte traforate a voliera, trompe l’oeuil popolati di pavoni, vedute di pagode, natura in fiore. Gli affreschi sono del pittore Vincenzo Riolo.

Degno di nota per l’originalità, è un sistema che dalle cucine passava le pietanze direttamente alla sala da pranzo; il meccanismo evitava al re il contatto fisico con la servitù. Realizzato rigorosamente in legno, è possibile osservarne il funzionamento grazie all’ intervento di restauro conservativo.

Ferdinando di Borbone e Maria Carolina, fuggiti dai tumulti di Napoli del 1799, vi trascorsero un esilio dorato.

Adiacente alla palazzina Cinese si può visitare l’originale Museo Etnografico Giuseppe Pitrè.