site map
Pubblicità network vinoclic
 
 
 
 
 
 

La cuoca del Presidente

  INDICE DELLE RUBRICHE
Hortense Laborie è una signora di mezza età né bella né brutta, che abita nella campagna francese a Périgord. La donna ha però una particolarità: è una cuoca fantastica specializzata nella cucina tradizionale. Un giorno, a sorpresa, un funzionario della locale Prefettura la contatta per proporle un incarico professionale che ha quasi dell’incredibile! Il Presidente Francois Mitterand la vuole come responsabile della sua cucina privata all’Eliseo. Dopo un attimo di smarrimento Hortense accetta la proposta e parte di gran carriera in treno per Parigi, dove l’aspettano gli uomini addetti all’apparato presidenziale.

Nonostante le inevitabili gelosie degli chef che operano nelle cucine principali del Palazzo, la cuoca di provincia, grazie anche al suo carattere forte e alla sua tempra, conquista la fiducia di monsieur Le President preparando per lui piatti gustosi e casalinghi, quelli della tipica cucina della nonna a base di anatra all’aglio, di pollastra in brodo con carote e pane di mais, non trascurando la zuppa di pesce e il formaggio alle pere. Il Presidente appena libero dai suoi gravosi impegni politico- istituzionali, si precipita giù, nella cabina di comando di Hortense per commentare con lei i cibi amati durante la sua infanzia e facendo ritardare per questo perfino il volo ufficiale che lo deve portare in giro per le capitali europee.

In particolare un libro di Edouard Mignon, Eloge de la cuisine française regalatole da Mitterand stesso, ispira madame Laborie a elaborare nuovi piatti prelibati, quali i rombi di pesce bolliti, i funghi porcini alla crema, il cavolo farcito e la Saint Honoré, preparati in occasione dei pranzi riservati ai familiari e alla cerchia ristretta di amici del Presidente. Purtroppo però le cose si complicano quando l’equipe medica di corte ordina alla donna di cucinare in base a una dieta rigida dovuta ad una grave malattia del capo dell’Eliseo. Hortense trova così il suo lavoro non più soddisfacente e troppo faticoso decidendo di tornare a casa. La sua riservatezza impedirà per anni a molti giornalisti anche stranieri di raccontare la sua esperienza professionale tra le mura dell’Eliseo.

Ispirato alla vera storia di Danièle Delpeuch (nel 1997 pubblicherà un suo libro intitolato Mes carnets de cuisine, du Périgord à l’ Elisée), che nella realtà lavorò nella cucina privata dell’Eliseo negli anni Ottanta, La cuoca del Presidente (Les saveurs du palais) diretto da Christian Vincent e interpretato dalla brava e convincente Catherine Frot (La voltapagine, Due per un delitto), è un film garbato e divertente nel descrivere la vita di Palazzo, ma è soprattutto una gioia per gli occhi in grado di affascinare gli spettatori amanti della buona e sana cucina tradizionale …

Francia. 2012. Regia di Christian Vincent
Con Catherine Frot, Jean D’Ormesson, Hippolyte Girardot, Arthur Dupont

Pierfranco Bianchetti
 
· Copertina
· RISTORANTI E VINERIE
· I VIAGGI DI RIQUADRO
· Libri e riviste
· Amici di Riquadro
· Riquadro verde
· APPUNTAMENTI
· riquadro è
· Capoverde a Milano
· CORSO DI SCRITTURA
· Quattro chiacchiere
· Ambasciatore delle Arti
· Cucina e vini
· Rassegne di cibi e vini