site map
Pubblicità network vinoclic
 
 
 
 
 

Blood Diamond, Diamanti di sangue

  INDICE DELLE RUBRICHE
Danny Archer un trentenne bianco dagli occhi azzurri, di nazionalità sudafricana, ma d’origini rodesiane, cui non manca il coraggio.

Ex mercenario dello Zimbabwe, si guadagna da vivere scambiando diamanti con armi. Siamo negli anni Novanta e una feroce guerra civile sta insanguinando la Sierra Leone.



Un giorno in una prigione di Freetown, dove è stato rinchiuso per contrabbando, conosce Salomon, un pescatore cui hanno portato via tutta la famiglia (Dia, il più grande dei suoi figli, appena dodicenne, è stato trasformato in uno spietato soldato, bambino), ma che lavorando come schiavo in una miniera è riuscito a nascondere, rischiando la vita, una gemma straordinaria trovata nel fiume.



Archer cerca di convincerlo a recuperare insieme a lui il prezioso diamante che gli permetterà di lasciare per sempre l’Africa e di dare una svolta alla sua vita.



Ai due uomini si unisce Maddy Bowen, una giornalista americana dai forti ideali impegnata nella ricerca dei responsabili del lucroso traffico nel quale sono certamente coinvolti i dirigenti di un’industria diamantifera con sede in Europa.



Il trio s’imbarca in un viaggio pericoloso attraverso i territori controllati dai guerriglieri in lotta contro il corrotto governo locale, tra sparatorie, esecuzioni e violenze d’ogni tipo perpetrate sulla popolazione inerme.



Leonardo DiCaprio (Archer) s’impegna fino alla spasimo in un ruolo vecchio stile alla Humphrey Bogart, cioè quello di un malfattore pronto però a riscattarsi anche a costo della vita.



La sua fatica cinematografica è già stata premiata con la nomination all’Oscar 2007.



Al suo fianco l’attore di colore Djimon Hounsou nei panni di Solomon, mentre Jennifer Connelly (era la bambina di C’era una volta in America di Sergio Leone) è la bella e determinata reporter dai buoni sentimenti.



Blood Diamond – Diamanti di sangue, diretto da Edward Zwick, un onesto artigiano del cinema d’intrattenimento (Glory –Uomini di gloria; L’ ultimo Samurai), è sostanzialmente un discreto film d’avventure d’altri tempi, girato tra paesaggi mozzafiato e più che “politicamente corretto”



In effetti, il commercio di pietre preziose che tanto dolore ha sparso in tutto il continente nero, è stato in parte messo sotto controllo, grazie ad un accordo tra l’Onu, settantuno Stati africani e il World Diamond Council.

Noi per fortuna e siamo tanti, che per ovvi motivi non possiamo permetterci di fare questo genere di regali, non corriamo rischi….



2006. Usa. Regia di Edward Zwick

Con Leonardo DiCaprio, Jennifer Connelly, Djimon Hounsou





Pierfranco Bianchetti
 
· Copertina
· RISTORANTI E VINERIE
· I VIAGGI DI RIQUADRO
· Libri e riviste
· Amici di Riquadro
· Riquadro verde
· APPUNTAMENTI
· riquadro è
· Capoverde a Milano
· CORSO DI SCRITTURA
· Quattro chiacchiere
· Ambasciatore delle Arti
· Cucina e vini
· Rassegne di cibi e vini