site map
Pubblicità network vinoclic
 
 
 

Tutte le donne della mia vita

  INDICE DELLE RUBRICHE
Davide (Luca Zingaretti) è uno chef d’alta classe. La sua nouvelle cucine è molto apprezzata anche all’estero. Il suo infallibile olfatto è in grado di identificare in cucina anche i sapori più nascosti (ad esempio l’utilizzo di un cucchiaio ancora impregnato di una pietanza precedente). Affiancato da un’equipe di collaboratori fidati, con le sue uova strapazzate al caramello, i suoi fiori di zucca, la sua pasta risottata, i suoi gamberi rossi, i suoi raffinati tartufi al burro, egli è un cuoco contemporaneo abituato ad operare tra i fornelli, usando il ragionamento, l’elaborazione concettuale, la sperimentazione scientifica.

La cucina di Davide, che esprime anche una forte personalità, non è solo istinto, ma si concentra sulle tecniche molecolari elaborate insieme a docenti di fisica e di chimica impegnati a lavorare a fianco a fianco, nell’intento di rendere memorabile il terzo millennio con inedite scoperte per i palati avanguardisti.
Davide, un inguaribile seduttore (a ogni donna fa credere di avere lo stessonome di sua madre) è però nella vita sentimentale un disastro.

Imprevedibile, infantile, incoerente, si barcamena tra Monica (Vanessa Incontrada), la donna forse più importante della sua vita, quella che gli darà un figlio, tradendola con Isabella (Rosalinda Celentano), una sofisticata gourmet da lui definita “il palato più evoluto” e ancora con Barbara (Barbara Mautino), proprietaria di un ristorante, non dimenticando anche Stefania (Michela Cescon), un’affascinante biologa che lo aiuta a riprodurre chimicamente sapori e profumi del mondo per una sofisticata mostra “olfattiva” inaugurata in un museo.

Il destino però prepara per Davide la resa dei conti. Durante una vacanza a Stromboli dove è cresciuto insieme alla stravagante madre Diletta (Lisa Gastoni), è colpito da un embolo durante un’immersione.
Ricoverato in una camera iperbarica, avrà modo, assistito da tutte le donne della sua vita accorse al suo capezzale, di riflettere sul suo egoismo e sulla sua immaturità, aiutato anche da un ricordo d’infanzia, che gli illumina la vita….

Il film diretto da Simona Izzo, da un soggetto scritto insieme al marito Ricky Tognazzi che si ritaglia anche un ruolo incolore, è una commedia sentimentale e gastronomica di buona fattura, ma non d’eccelsa originalità, girata in Piemonte, regione feconda e inebriante nei suoi profumi di terra umida e fertile, dai grandi vini, dai grandi tartufi, dagli eleganti ristoranti e nella solare Stromboli, dove il sapore di mare e di pesce appena pescato colpiscono piacevolmente le narici dello spettatore.

2007. Italia. Regia di Simona Izzo.
Con Luca Zingaretti, Vanessa Incontrada, Michela Cescon, Rosalinda Celentano, Lisa Gastoni


Pierfranco Bianchetti


 
· Copertina
· RISTORANTI E VINERIE
· I VIAGGI DI RIQUADRO
· Libri e riviste
· Amici di Riquadro
· Riquadro verde
· APPUNTAMENTI
· riquadro è
· Capoverde a Milano
· CORSO DI SCRITTURA
· Quattro chiacchiere
· Ambasciatore delle Arti
· Cucina e vini
· Rassegne di cibi e vini