site map
Pubblicità network vinoclic
 
 

I frutti dimenticati: storia e tradizione popolare

  INDICE DELLE RUBRICHE
Molte produzioni arboree frutticole della collina faentina, che in passato erano diffusamente conosciute e utilizzate dalle popolazioni locali nell'ambito di un'economia agricola di autosussistenza, oggi rischiano la vera e propria estinzione. Con esse rischiano di perdersi le tradizioni culturali (i proverbi, gli indovinelli, i modi di dire e addirittura le previsioni del tempo) e culinarie tipiche della dimensione contadina.

Recuperando i frutti dimenticati come la nespola, la sorba, la pera volpina, la mela della rosa, la mela cotogna, il corbezzolo, il corniolo, il giuggiolo, il melograno, il moro ed altri, si recupera oltre i vecchi sapori anche un mondo fisico e culturale che ci avvicina alla natura, ad un modo di vivere ed alimentarci più semplice e più sano.

Il recupero materiale dei frutti dimenticati è il recupero del loro patrimonio simbolico e la riscoperta delle tradizioni culturali connesse ad un loro utilizzo.

Giuseppe Sangiorgi, I frutti dimenticati: storia e tradizione popolare, ECAP-CGIL, Ravenna, 1994
 
· Copertina
· RISTORANTI E VINERIE
· I VIAGGI DI RIQUADRO
· Al Cinema con Bianchetti
· Amici di Riquadro
· Riquadro verde
· APPUNTAMENTI
· riquadro è
· Capoverde a Milano
· CORSO DI SCRITTURA
· Quattro chiacchiere
· Ambasciatore delle Arti
· Cucina e vini
· Rassegne di cibi e vini