Primizie Alimentari e Sapori

 Via Principe di Scordia 33/39  Cap 90139

Il moderno negozio – qui sono riduttive le classiche dizioni di drogheria o salumeria- è all’incrocio tra via Principe di Scordia e via Mariano Stabile. A due passi dall’ottocentesca piazza Florio e poco distante dal porto; si nota spesso la prua di qualche immensa nave da crociera. All’esterno si nota il colorato banco degli ortaggi e della frutta; la ricca esposizione prosegue all’interno seguendo l’incrocio dei corridoi; da una parte lo scaffale dell’igiene casalinga e della persona contrapposto agli scaffali di legumi secchi, condimenti, sughi, salse di ogni tipo e sapore. Cito solo sarde e finocchietto, basilico e pesto, passata di pomodoro, aceto di mele, senape, sale d’altri continenti e tante altre. Nella corsia principale si passeggia tra le delicatezze della gola, marmellate e mieli di produzione artigianale, stecche di cioccolata anche rare, caramelle, latte, caffè, orzo e i deliziosi biscotti Tamburello di Castelbuono sulle Madonie.

Questa citazione mi suggerisce di chiarire che le accorte proprietarie hanno organizzato un ottimo assortimento secondo tre criteri di scelta: 1) una buona rappresentanza siciliana senza tralasciare i nomi noti nazionali (per esempio Alce Nero e Baule Volante) e internazionali, dai semi Linwoods a Rapunzell). 2) una indiscutibile qualità delle specialità proposte con selezioni di nicchia per palati più raffinati. 3) l’offerta è varia ma il numero di marche è contenuto anche per facilitare e non confondere il consumatore. Non è quindi un supermercato anonimo, ma un negozio di prossimità che dispensa (sostantivo appropriato) consigli da amico. Proseguiamo la nostra passeggiata fra gli scaffali del corridoio centrale per osservare l’ottima proposta di biscotti, grissini, cracker, taralli, patatine fritte anche in olio d’oliva. Stupisce la notevole scelta di pasta delle Case più note cui si aggiungono artigiani siciliani che coltivano frumenti autoctoni, sia grano duro sia integrale in formati per tutte le ricette. Il corridoio termina con la bella proposta di olio extra vergine d’oliva che mostra i cultivar siciliani più pregiati.

Eccoci quindi al cuore, al caveau, del negozio presidiato da competenti e gentili commessi; nella parete di fondo del salone fa bella mostra il banco del fresco con formaggi freschi, in primis le mozzarelle di bufala siciliane e campane, i formaggi stagionati delle più vocate regioni produttrici, salumi e prosciutti di pregio, squisite preparazioni gastronomiche preparate ogni giorno. Altrettanto rifornito il banco del fresco con vari tipi di yogurt compresi due siciliani. Oltre al siracusano Occhipinti segnalo il casaro Antonio Castiglia di Castelbuono che firma con il marchio Bergi, oltre allo yogurt, il latte fresco quotidiano e il formaggino morbido: davvero tre delizie. Sul tavolo centrale fanno splendida mostra i dolci stagionali artigianali, cioccolatini, praline. Notevole anche lo scaffale degli alcolici, amari, grappe, distillati, lunga serie di vini siciliani e Spumante classico. Il negozio fu aperto negli anni ‘50 dal papà Giovanni Rubino, tutt’ora sempre in negozio.

collegamento rapido: www.riquadro.info/primizieesapori (copia e incolla)

Vedi anche:

Storico


Galleria fotografica