Azienda Agricola Romano

Contrada Torre

Salvatore Orlando, figlio di agricoltori da generazioni, vive e lavora a Baucina (tra Palermo e Bosco della Ficuzza) con la moglie Tania Romano cui è intestata l’azienda agricola.

L’uliveto è in contrada Torre, l’olio e.v.o. si frange dalle olive del delicato cultivar biancolilla, in un territorio che preferisce cultivar più intensi, talvolta troppo. Questo olio, adatto a condire insalate, pesci e carni bianche, a comporre maionese e altre salse gustose, si avvicina ai pregiati tipi di olio e.v.o. del Nord, basti dire Garda, Liguria, Romagna. Il noceto è in contrada Canipa e Torre Bianca, gli orti in contrada Canisso, Cantinera e Mancuso.

Salvatore, intraprendente e ottimista, lavoratore entusiasta, ha fiducia nelle potenzialità enormi dell’agricoltura. Ha fiducia nelle risorse della natura ma sa che non sono inesauribili; le sue opinioni nascono da un rapporto quotidiano, filiale e intenso, con Madre Terra. Talvolta, si sofferma sul bordo del campo, osserva orgoglioso le piantine in lunga fila, soldatini ubbidienti ai suoi comandi, figli bisognosi di carezze e si domanda se la società moderna non debba trovare maggior equilibrio tra storia, passato e innovazione.

Salvatore coltiva la terra e ne raccoglie i frutti appoggiandosi a tre pilastri irrinunciabili:
1) applica tecniche biologiche, potremmo dire anche biodinamiche in parte; solo per fare un esempio, non usa irrigazioni artificiali ma si affida alla natura. Lo abbiamo visto scavare con le mani la terra in un campo, rimuovere zolle che sembravano morbide e consistenti allo stesso tempo. A venti centimetri di profondità la terra si faceva più scura, visibilmente umida tanto da poterla appallottolare. Frutto di lavorazioni accurate e persistenti nel corso dell’anno, ma qui non si irriga;

2) dalle coltivazioni sono bandite pratiche e interventi chimici; per esempio Salvatore cita la mancanza di alcuni tipi di pomodori che avrebbero richiesto sostanze contrarie alla salute;

3) Semine, coltivazioni e raccolta seguono rigorosamente la stagionalità; qui si raccoglie giorno per giorno quello che la stagione produce. Né più né meno.

Tania e Salvatore una volta alla settimana organizzano un banco di vendita a Palermo, più precisamente in piazza Campolo al sabato mattina. Venerdì pomeriggio diffondono ai clienti che lo richiedono un comunicato verde su W.A. e riportano l’elenco delle specialità che si troveranno sabato al banco. I clienti possono richiedere telefonicamente le specialità desiderate e le troveranno sabato mattina in un pacco al banco dell’Azienda Agricola Romano.

Collegamento rapido: www.riquadro.info/agricolaromano

VEDI LE AZIENDE AGRICOLE

Vedi anche:

Botanica Fantastica
Bosco mio a Senigallia. La natura ci cura
La natura all'azienda Agricola Romano
Verdure spontanee di Sicilia
Radioamatori al Castello di Caccamo
Caffè letterario 14 marzo . La riscossa dei formaggi siciliani.
Renaissance e l'agricoltura biodinamica
GranItalia, viaggio nell'Italia migliore


Galleria fotografica