GranItalia, i grani italiani

Palermilano

Il grano si coltiva in quasi tutte le regioni italiane; alcuni grani esistono dall’antichità, non hanno subito alterazioni genetiche, hanno meno glutine, sono leggeri e digeribili, evitano le intolleranze. Sono più buoni e pregiati. sono meno raffinati, usandoli si tutela la biodiversità. In natura esistono diverse specie di grani, molti dei quali si sono adattati spontaneamente al territorio per clima, altitudine e tipologia di suolo. Non necessitano di irrigazione artificiale e di pesticidi e si prestano alla coltivazione biologica. Tra i più noti: Senatore Cappelli, Timilia, Maiorca, Russello, Perciasacchi, Risciola, Gentil rosso, Verna, Sieve, Frassineto, Inalettabile, Germanella, solo per esempio.
Invece i grani convenzionali, ampiamente diffusi, favoriscono l’industria di nutrienti e diserbanti chimici.
  

Approfondimenti:

GranItalia, lettera per il grano
GranItalia, viaggio nell'Italia migliore
Come partecipare a GranItalia

title=Valle dello Jato